34° Trofeo Cicli Jiriti – Alessi e Ruvolo si impongono d’autorevolezza!!!

 

logo uispReggio Calabria – “Sotto questo sole è bello pedalare…” recitava una celebre canzone di Paolo Belli, affermazione che calza a pennello per il 34°Trofeo Cicli Jiriti,  manifestazione organizzata dalla A.S.D. Cicli Jiriti facente parte dell’ente Uisp ciclismo di Reggio Calabria e svoltasi ieri in una domenica dove il bel tempo appunto, la faceva da padrone. Erano in 154 provenienti da tutta la Calabria e Sicilia, che si sono presentati al consueto raduno, svoltosi come ogni anno nella sede della Cicli Jiriti nei pressi del piazzale Stadio nord, punto in cui veniva data intorno alle ore 9, la partenza ufficiosa della gara. I corridori infatti affrontavano il tratto da Reggio C. a Bova Marina, ad andatura ecologica, una scusa anche per ammirare i bellissimi paesaggi che la riviera calabrese ha da offrirci e che spesso per gli impegni e la frenetica attività lavorativa tendiamo a dimenticarci.Giunti così in quel di Bova M. , i partecipanti venivano suddivisi in due batterie (Fascia Seniores e Fascia Adulti), che venivano fatti partire a distanza di 4 minuti l’una dall’altra. Nella prima fascia, quella riservata agli over 40 per intenderci, si affrontavano i primi 5 km ad andatura forsennata, qui è il Team Rubino/Pappalardo Augusta che forza i tempi e con i due suoi alfieri Massimo Rubino e Fabio Alessi cerca di render dura subito la corsa. Ed è proprio Fabio Alessi che al 7° km, quando ne mancano circa 38 all’arrivo, sferra l’attacco buono e grazie anche all’ottimo lavoro di copertura dei suoi compagni di squadra, prende subito un margine considerevole che gli fa strizzare l’occhio ad un lieto epilogo. Alessi infatti, se pur non aiutato dal forte vento contrario, imprime un ritmo incessante, mentre dietro l’accordo per l’organizzazione dell’inseguimento manca e i secondi tra il fuggitivo e il plotone aumentano insesorabilmente. Ma il Team Rubino/Pappalardo Augusta non sembra sazio quando Massimo Rubino sullo strappo del Capo d’Armi, stacca tutti e si getta all’inseguimento del compagno di squadra . Inseguimento che lo stesso ultima poco prima della salita finale grazie anche allo stesso Alessi, che avvisato della situazione che gli si presentava alle spalle, decide di attendere il compagno per affrontare l’ultimo tratto di gara come una passerella, e tagliare insieme, Alessi 1° e Rubino 2°, l’arrivo di Gallina a braccia alzate. Alessi può così bissare il successo ottenuto l’anno scorso, impreziosito dalla doppietta di squadra.

Nella seconda fascia invece, l’andatura è stata sempre elevata e il gruppo è rimasto per la maggior parte del tempo compatto. L’unica azione degna di nota la mette in pratica Gianluca Pullano (Lucchesi Celertrasporti) che quando si avvicinava ai meno 10 km tentava l’allungo, lui che scalatore non è, sperando di poter affrontare l’inizio dell’asperità finale con un po’ di margine, ma le sue speranze sono costrette a spegnersi proprio vicino l’imbocco della salita, quest’ultima dunque avrebbe decretato il vincitore. E anche per questa batteria è doppietta. E’ infatti Antonio Ruvolo (Lucchesi Celertrasporti) a tagliare per primo il traguardo, seguito dal compagno di squadra Andrea Pasqualino, che prima della partenza era stato vittima di una caduta da cui ne era uscito con qualche evidente escoriazione. I due siciliani della Celertrasporti hanno sfruttato il forcing imposto dalle varie squadre per poi sferrare l’attacco decisivo nel punto difficile della salita, ai meno 700m dal traguardo. Una giornata all’insegna dei colori siciliani che oltre ai vincitori Alessi e Ruvolo, conquistavano, il Giro d’Italia grazie alla superlativa prestazione dello “squalo dello stretto” Vincenzo Nibali. Oltre alla famiglia Jiriti che da 34 anni fa sacrifici e si impegna per la realizzazione di questa come di altre manifestazioni, si ringraziano il Ducati Club di Reggio Calabria che assieme alle Forze dell’ordine hanno garantito la sicurezza della manifestazione e non ultimi i giudici di gara, che hanno saputo affrontar al meglio il compito di redigere le varie classifiche assolute e di categoria, nonostante le due batterie siano arrivate quasi in concomitanza.

Fabio Alessi e Massimo Rubino, 1° e 2° Fascia SenioresAntonio Ruvolo

 

 

A sin. Fabio Alessi (1°) e Massimo Rubino (2°) tagliano il traguardo a braccia alzate.

A des. Antonio Ruvolo riceve il premio quale vincitore della Fascia Adulti.

 

 

 

Clicca qui per visualizzareREGGIO BOVA GALLINA 26 MAGGIO 2013 – FASCIA ADULTI

Clicca qui per visualizzare REGGIO BOVA GALLINA 26 MAGGIO 2013 – FASCIA SENIORES

Tags: , , , , , , , ,

Nessun commento ancora.

Rispondi