Chiodo e Bertuccelli sul gradino più alto del podio!

Reggio Calabria – 15 Maggio 2016

Una mattinata di sole è quella che fa da palcoscenico all’inizio del 37* Trofeo Cicli Jiriti dove sono tanti gli atleti che vi si presentano, quasi duecento!!

Un ottimo numero considerando le altre due importanti manifestazioni in concomitanza: la classicissima su strada “Libero Grassi” e l’affermata manifestazione di Mbt a Siano (CZ).

Sono le 09:00 quando la carovana ciclistica viene condotta lungo la costa Jonica sfilando fino a Bova Marina dove una volta suddivise le due batterie, tutto ha inizio.

A partire per prima è stata la fascia comprendente gli atleti tra i 15 e i 44 anni; a seguire invece  i meno giovani!!!

Due gare distinte e separate ma con un similare svolgimento; la svolta di entrambe infatti è avvenuta negli ultimi 3 km di gara, ovvero la salita che porta a Gallina.

Per la fascia dei giovani, taglia il traguardo per primo Salvatore Chiodo (Pianopoli Bike Team) che per il secondo anno consecutivo alza le mani in solitaria imponendosi su Giuseppe Guaglianone (Team Velociraptor) e Antony Repici (Peloritana), che sino agli ultimi 400 metri gli tenevano testa.

image

 

Salvatore Chiodo taglia il traguardo

 

 

 

Clicca qui di seguito per l’ordine d’arrivo della Fascia Adulti

 

Per la seconda batteria invece è Pietro Bertuccelli (Internet Point De Salvo) che detta legge lungo i tornanti che portano al traguardo ed anche lui in solitaria alza le braccia al cielo dando il giusto distacco ad Annunziato Mattia (Cicli Ilario) e Antonio Puccio (Mobili per Ufficio).

image

 

 

Pietro Bertuccelli (Internet Point De Salvo) festeggia la

vittoria;

 

 

Ordine d’arrivo Fascia Seniores

Per la fascia delle donne vediamo primeggiare Paola Buoncore (Ultimo Km)

image

 

 

 

 

 

 

Cogliamo l’occasione per ringraziare ancora una volta tutti i partecipanti che si sono prodigati per rendere l’evento sempre così speciale, dal singolo atleta, alla giuria, ai collaboratori per la sicurezza quali associazioni di volontariato, forze dell’ordine e moto-staffettisti

Tags: , , ,

Nessun commento ancora.

Rispondi